Tokyo 2020, Italia tra medaglie e polemiche

Tokyo 2020, Italia tra medaglie e polemiche

Un’Italia che sogna e fa sognare alle Olimpiadi di Tokyo 2020, che ha collezionato già otto medaglie nonostante i pochi giorni trascorsi dall’inizio delle competizioni ed ancora dodici da compiere. Sacrificio ma anche tanto entusiasmo da parte dei nostri sportivi per i Giochi della XXXII Olimpiade, rinviata lo scorso anno a causa dell’emergenza sanitaria

La prima medaglia azzurra è di Luigi Samele, specialista nella spada : il 34enne ha conquistato l’argento dopo che è stato sconfitto in finale dal fuoriclasse ungherese Aron Szilagyi . Mentre la prima medaglia d’oro italiana è invece quella di Vito Dell’Aquila, 20enne pugliese capace di battere il tunisino Mohamed Jendoubi per 16-12 nella finale della categoria 58 kg

Nel secondo giorno Olimpico a Tokyo 2020, arriva la terza medaglia per l’ItaliaElisa Longo Borghini è bronzo nella prova su strada in linea di ciclismo femminile. Altro bronzo conquistato per l’Italia da Odette Giuffrida, terzo posto nel judo 52 chili. Nella finale per salire il podio ha battuto per l’ungherese Pupp, dopo aveva perso la semifinale contro la giapponese Abe Uta. La terza medaglia del secondo giorno olimpico, la quinta complessiva per la spedizione azzurra, arriva dal sollevamento pesi categoria 67 kg grazie a Mirko Zanni, capace di sollevare 322 kg stabilendo anche il nuovo primato nazionale

Nel terzo giorno olimpico,  la sesta medaglia azzurra viene conquistata dal nuotatore Nicolò Martinenghi, bronzo nei 100 rana. La medaglia d’oro è stata vinta dal favoritissimo della vigilia, l’inglese Adam Peaty, quella d’argento dall’olandese Arno Kamminga. La settima medaglia italiana a Tokyo profuma di storia. I nuotatori della 4×100 stile libero (Alessandro Miressi, Thomas Ceccon, Lorenzo Zazzeri e Manuel Frigo) chiudono secondi alle spalle degli Usa e si prendono l’argento. Per la prima volta in questa specialità l’Italia è sul podio ai Giochi L’ottava medaglia è firmata Diana Bacosi. La 38enne, oro a Rio 2016, ha conquistato l’argento nella gara di skeet donne di Tokyo 2020, vinta dall’americana Amber English.

Grande emozione per Vanessa Ferrari che ha incantato nella sua prova al corpo libero: sulle note di “Con te partirò” di Andrea Bocelli, la 30enne di Orzinuovi, alla quarta partecipazione consecutiva alle Olimpiadi, sembra avere le carte in regole per ottenere quella medaglia sfumata sia a Londra 2012 che a Rio 2016 dove arrivarono due quarti posti.

Delusione per Benedetta Pilato, nuotatrice specializzata nella rana, trattiene a stento le lacrime, dopo la sua batteria dei 100 rana a Tokyo 2020, che ha chiuso al quinto posto prima di essere squalificata.

“Non so davvero perché – è il suo primo commento a Rai Sport – mi abbiano squalificata. Certo, ho nuotato in maniera orribile, non so spiegare, mi sentivo stanchissima. La pressione? Può darsi quella, non so”. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: